Menu
Uncategorized

Cos’è lo Shifting?

In questi ultimi tempi, navigando su Youtube o su Google, mi appaiono sempre riferimenti a questo Shifting. Frasi come “meditazione per lo shifting” oppure “la migliore tecnica per shiftare”, hanno da subito catturato la mia attenzione cosi’ ho iniziato ad informarmi, scoprendo che si tratta di un fenomeno davvero molto virale tra gli adolescenti e che si espande su social che frequento davvero poco (tipo Tik Tok).

Ma che cos’è questo shifting?

Delle vere e proprie comunità di ragazzi di tutto il mondo partecipano a questo fenomeno. Sostanzialmente si tratta di una pratica che ti consente di abbandonare la realtà per entrare in una realtà desiderata chiamata DR.

La pratica più diffusa è quella di scrivere un copione che descrive nel dettaglio l’esperienza che si vuole vivere durante lo shifting (lo Script) ed eseguire degli esercizi meditativi che consentono di entrare in questa realtà. Attorno a questa pratica è nato un vero e proprio movimento formato perlopiù da ragazzi di 14-15 anni, che condividono informazioni e aiutano i nuovi entrati a “shiftare” (l’ashtag #shiftingrealities ha oltre 26 milioni di visitatori!).

Lo so, può sembrare tratto da un film di fantascienza come Matrix o Inception, ma tutti noi viviamo di tanto in tanto esperienze extrasensoriali, tutti noi ad esempio sogniamo, e che cos’è il sogno se non un viaggio in un luogo diverso dalla realtà ordinaria.

Perchè non ho provato lo Shifting?

Per adesso mi sono astenuto dal provare questa pratica, non per paura e nemmeno perché non credo che sia qualcosa di fondato.

Da circa 10 anni studio e sperimento tecniche di meditazione che provengono da culture molto diverse, per questo non escludo in futuro di provare anche questa tecnica. Quello che realmente mi ha fermato è leggere approfonditamente gli esercizi che vengono proposti per shiftare e ci ho rivisto qualcosa che conosco molto bene.

In sostanza si tratta di un’induzione ipnotica. Nella pratica per “shiftare” più conosciuta il soggetto si sdraia ed inizia a contare da uno a cento mentre ripete a memoria delle frasi tipo “io sto per shiftare”, oppure ripetendo lo script a memoria. Questa pratica è esattamente quello che si fa per indursi un’autoipnosi, ovvero uno stato nel quale si può vivere un’esperienza riproducendo ad esempio un evento del passato del quale avremmo voluto modificare l’esito, oppure un mondo nel quale vedere realizzati i nostri desideri, per settare la mente verso obiettivi specifici. Una forma di ipnosi è anche il più famoso viaggio astrale, molto famoso nel panorama spirituale, che permette alle persone di sganciarsi dal corpo (o avere la sensazione di farlo dipende dalle credenze personali) ed esplorare un mondo sconosciuto, cercando esperienze mistiche e risposte a domande profonde alle quali non riusciamo a trovare risposta nello stato vigile della mente. Ho praticato molte volte entrambe , per questo per adesso ho deciso di non provare lo shifting, perchè in realtà ho già shiftato molte volte in vita mia.

Cosa penso dei ragazzi che shiftano?

Ho letto molte critiche sull’argomento, alcuni ritengono questa pratica pericolosa, altri ritengono che si tratti solo di una moda che a breve verrà dimenticata. Personalmente non me la sento proprio di essere critico con i ragazzi che si sono immersi in questo viaggio, anche io quando avevo intorno ai 25 anni ho iniziato a seguire shamani per provare esperienze extrasensoriali, mi sono sottoposto a più sedute con un’ipnotista ed ho sperimentato decine di meditazioni differenti, spesso sentendomi additato come fuori di testa.

Come potrei proprio io criticare chi si avvicina a qualcosa che ha a che fare con la ricerca interiore? Esatto, non so se lo Shifting sia una moda, ma sicuramente so che quello che praticano questi ragazzi è ricerca interiore, chiudono gli occhi e continuano a sperimentare tecniche autoipnotiche e meditative, e questo per me è meraviglioso. Una moda che porta le persone a guardarsi dentro è qualcosa che mi sento di incoraggiare, perchè credo profondamente che se tutte le persone di questo mondo praticassero la meditazione vivremmo in un mondo più consapevole e avremmo molti problemi in meno.

“Chi guarda fuori sogna chi guarda dentro si sveglia”

CARL GUSTAV JUNG

E’ Pericoloso?

Partendo dal presupposto che i rischi si nascondono dietro ogni cosa che proviamo a fare, faccio davvero fatica a trovare delle controindicazioni a questa pratica. Vogliamo parlare delle altre “mode” che seguono i ragazzi a quell’ età come droghe o dipendenza da videogame ?

Non mi sento nemmeno però di consigliarla come praticha per chi vuole avvicinarsi alla meditazione e alla ricerca di Se. Mi permetto di dire che esistono tecniche molto più efficaci per riscoprire il proprio io, come la meditazione trascendentale o centinaia di altri metodi che spiego spesso nei miei articoli e nei mei video su youtube, alle quali spero accedano questi ragazzi dopo essersi “divertiti” con lo shifting.

About Author

Spiritualità, Meditazione, Natura.

No Comments

    Leave a Reply