fbpx

Corso Reiki – Roma

Tornare a Sentire

Il Reiki è un sistema di guarigione ideato negli anni ‘20 dal giapponese Mikao Usui ed arrivato in occidente attraverso una sua allievdi nome Hawayo Takata. Usuisan, già esperto nelle arti marziali del Qi Gong e dell’ Aikido, grande appassionato di medicina tradizionale cinese, filosofia e psicologia, era alla ricerca di un metodo che potesse riportare in equilibrio mente e corpo, una  tecnica che potesse accrescere il potenziale del praticante e migliorare la salute. Possiamo ipotizzare che il Reiki sia proprio nato come strumento per la ricerca di quelli che oggi chiamiamo “radicamento” e “centratura”.

La leggenda narra che per sviluppare questo metodo egli si ritirò su di una montagna altissima, nei pressi della città di Kyoto dove meditò e digiuno per 21 giorni: nella discesa dalla montagna, dopo aver ottenuto scarsi risultati, inciampò e si ferì una caviglia. Debole e solo cominciò seriamente a temere per la sua vita. Ma proprio in quel momento, osservando la sua mano che reggeva l’arto dolorante, arrivò l’intuizione a svelare quello che l’uomo ha inconsapevolmente fatto da sempre: trasmettere energia!

 

La legenda aggiunge che in quel momento l’Energia Universale gli fece dono dei simboli di guarigione, che tuttora vengono tramandati e utilizzati durante i trattamenti di secondo e terzo livello.

 

 

La parola Reiki è composta da due ideogrammi:

“Rei”  è l’Energia Universale ed anche il lavoro che l’uomo deve compiere per realizzarla. Questo ideogramma rappresenta un cielo dove si trovano delle nuvole; al di sotto troviamo la pioggia che scende e finisce in tre bocche aperte ( i quadratini) che si dissetano sopra di un tempio.

“Ki” è l’Energia dell’Individuo, il soffio della vita. Questo ideogramma è presente in molte arti marziali, come ad esempio l’Aikido e rappresenta il vapore che sale dalla terra e crea la vita, appunto il riso. Vapore e riso producono il 70% del nutrimento in Oriente.

Come funziona il Reiki?

 

Durante un trattamento Reiki l’operatore canalizza l’energia dell’universo attraverso il Chakra della corona ( uno dei 7 punti energetici maggiori dell’individuo, posto alla sommità del capo) e la trasmette al ricevente attraverso le sue mani, mediante varie posizioni stabilite proprio da Usuisan. L’energia del Reiki non attinge quindi alle risorse dell’operatore, bensì anche quest’ultimo, funzionando da “imbuto” ne trova giovamento. Inoltre, essendo  l’Energia Universale a fluire, l’operatore non ha bisogno di direzionare il trattamento verso qualcosa di deciso. Molto spesso le persone che vogliono essere trattate rimangono stupite di come l’operatore, attraverso le variazioni (non controllate) del passaggio energetico, riesca a percepire aspetti della loro salute psicofisica che questo non può conoscere.

A cosa fa bene il Reiki?

Il Reiki riequilibra i corpi energetici dell’individuo, andando a lavorare dove vi è un blocco o una carenza energetica. Il corpo fisico e quelli energetici sono in stretta connessione ed è proprio in questo modo che si innescano i meccanismi di guarigione psicofisica. Il Reiki è impiegato per qualsiasi disturbo fisico, per accelerare i processi di ricostruzione dei tessuti, per i disturbi di natura psicosomatica, nella depressione, nell’apatia e nei traumi di natura affettiva. Ma anche quando non si hanno particolari bisogno resta sempre piacevole farsi trattare, perché,  come più o meno  avviene durante un massaggio si hanno delle intense sensazioni di benessere e rilassamento.

Il Reiki è un sistema di guarigione ideato negli anni ‘20 dal giapponese Mikao Usui ed arrivato in occidente attraverso una sua allievdi nome Hawayo Takata. Usuisan, già esperto nelle arti marziali del Qi Gong e dell’ Aikido, grande appassionato di medicina tradizionale cinese, filosofia e psicologia, era alla ricerca di un metodo che potesse riportare in equilibrio mente e corpo, una  tecnica che potesse accrescere il potenziale del praticante e migliorare la salute. Possiamo ipotizzare che il Reiki sia proprio nato come strumento per la ricerca di quelli che oggi chiamiamo “radicamento” e “centratura”.

La leggenda narra che per sviluppare questo metodo egli si ritirò su di una montagna altissima, nei pressi della città di Kyoto dove meditò e digiuno per 21 giorni: nella discesa dalla montagna, dopo aver ottenuto scarsi risultati, inciampò e si ferì una caviglia. Debole e solo cominciò seriamente a temere per la sua vita. Ma proprio in quel momento, osservando la sua mano che reggeva l’arto dolorante, arrivò l’intuizione a svelare quello che l’uomo ha inconsapevolmente fatto da sempre: trasmettere energia!

 

La leggenda aggiunge che in quel momento l’Energia Universale gli fece dono dei simboli di guarigione, che tuttora vengono tramandati e utilizzati durante i trattamenti di secondo e terzo livello.

 

 

La parola Reiki è composta da due ideogrammi:

“Rei”  è l’Energia Universale ed anche il lavoro che l’uomo deve compiere per realizzarla. Questo ideogramma rappresenta un cielo dove si trovano delle nuvole; al di sotto troviamo la pioggia che scende e finisce in tre bocche aperte ( i quadratini) che si dissetano sopra di un tempio.

“Ki” è l’Energia dell’Individuo, il soffio della vita. Questo ideogramma è presente in molte arti marziali, come ad esempio l’Aikido e rappresenta il vapore che sale dalla terra e crea la vita, appunto il riso. Vapore e riso producono il 70% del nutrimento in Oriente.

 

Come funziona il Reiki?

 

Durante un trattamento Reiki l’operatore canalizza l’energia dell’universo attraverso il Chakra della corona ( uno dei 7 punti energetici maggiori dell’individuo, posto alla sommità del capo) e la trasmette al ricevente attraverso le sue mani, mediante varie posizioni stabilite proprio da Usuisan. L’energia del Reiki non attinge quindi alle risorse dell’operatore, bensì anche quest’ultimo, funzionando da “imbuto” ne trova giovamento. Inoltre, essendo  l’Energia Universale a fluire, l’operatore non ha bisogno di direzionare il trattamento verso qualcosa di deciso. Molto spesso le persone che vogliono essere trattate rimangono stupite di come l’operatore, attraverso le variazioni (non controllate) del passaggio energetico, riesca a percepire aspetti della loro salute psicofisica che questo non può conoscere.

A cosa fa bene il Reiki?

Il Reiki riequilibra i corpi energetici dell’individuo, andando a lavorare dove vi è un blocco o una carenza energetica. Il corpo fisico e quelli energetici sono in stretta connessione ed è proprio in questo modo che si innescano i meccanismi di guarigione psicofisica. Il Reiki è impiegato per qualsiasi disturbo fisico, per accelerare i processi di ricostruzione dei tessuti, per i disturbi di natura psicosomatica, nella depressione, nell’apatia e nei traumi di natura affettiva. Ma anche quando non si hanno particolari bisogno resta sempre piacevole farsi trattare, perché,  come più o meno  avviene durante un massaggio si hanno delle intense sensazioni di benessere e rilassamento.

trattamento Reiki mani sul cuore

Il Reiki è impiegato per qualsiasi disturbo fisico, per accelerare i processi di ricostruzione dei tessuti, per i disturbi di natura psicosomatica, nella depressione, nell’apatia e nei traumi di natura affettiva. Ma anche quando non si ha particolare bisogno resta sempre piacevole farsi trattare perché, come più o meno avviene durante un massaggio, si hanno delle intense sensazioni di benessere e rilassamento. Il Reiki è infatti impiegato anche come sistema di prevenzione.

L’Helfgott Research Institute presso il National College of Naturopathic Medicine (Portland, Oregon, USA) ha realizzato uno studio (Hodsdon, W., Mendenhall, E., Green, R., Kates-Chinnoy, S., Wacker, E, e Zwickey, H.) intitolato “The Effect of Reiki on the Immune System”.

I risultati della ricerca divulgati nel 2004 hanno dimostrato che gli effetti positivi del Reiki sul sistema immunitario possono essere misurati scientificamente.Evidenziano l’aumento del numero di globuli bianchi per coloro che hanno ricevuto il Reiki.

La rivista Alternative therapies in health and medicine ha pubblicato l’articolo “Long-term effects of energetic healing on symptoms of psychological depression and self-perceived stress“. La ricerca che è durata 1 anno ha esplorato gli effetti a lungo termine (1 anno) del Reiki sui livelli di depressione e stress autopercepito. Lo studio ha verificato l’ipotesi che sia l’energia Reiki stessa, e non il “tocco terapeutico delle mani”, il fattore di miglioramento, e ha esaminato gli effetti a lungo termine del Reiki sulla depressione e lo stress.
I risultati dello studio hanno dimostrato che non ci sono stati cambiamenti nel gruppo controllo/placebo fino a quando non hanno ricevuto le 6 sessioni di Reiki effettivo un anno dopo le prime 6 sessioni di placebo. Tenendo conto dell’efficacia del Reiki e dei costi contenuti, la Dott.ssa Adina Goldman Shore suggerisce di combinare il Reiki con forme tradizionali di trattamento per la depressione psicologica ed incoraggia ulteriori studi per l’applicazione del Reiki su altri disturbi psicologici e e fisiologici.

Il Reiki viene impiegato all’interno di diversi ospedali d’Italia: il Regina Elena di Roma, il San Carlo Borromeo di Milano, il San Giovanni Battista di Torino, e tanti altri.

 

trattamento Reiki mani sul cuore

Il Reiki è impiegato per qualsiasi disturbo fisico, per accelerare i processi di ricostruzione dei tessuti, per i disturbi di natura psicosomatica, nella depressione, nell’apatia e nei traumi di natura affettiva. Ma anche quando non si ha particolare bisogno resta sempre piacevole farsi trattare perché, come più o meno avviene durante un massaggio, si hanno delle intense sensazioni di benessere e rilassamento. Il Reiki è infatti impiegato anche come sistema di prevenzione.

L’Helfgott Research Institute presso il National College of Naturopathic Medicine (Portland, Oregon, USA) ha realizzato uno studio (Hodsdon, W., Mendenhall, E., Green, R., Kates-Chinnoy, S., Wacker, E, e Zwickey, H.) intitolato “The Effect of Reiki on the Immune System”.

I risultati della ricerca divulgati nel 2004 hanno dimostrato che gli effetti positivi del Reiki sul sistema immunitario possono essere misurati scientificamente.Evidenziano l’aumento del numero di globuli bianchi per coloro che hanno ricevuto il Reiki.

La rivista Alternative therapies in health and medicine ha pubblicato l’articolo “Long-term effects of energetic healing on symptoms of psychological depression and self-perceived stress“. La ricerca che è durata 1 anno ha esplorato gli effetti a lungo termine (1 anno) del Reiki sui livelli di depressione e stress autopercepito. Lo studio ha verificato l’ipotesi che sia l’energia Reiki stessa, e non il “tocco terapeutico delle mani”, il fattore di miglioramento, e ha esaminato gli effetti a lungo termine del Reiki sulla depressione e lo stress.
I risultati dello studio hanno dimostrato che non ci sono stati cambiamenti nel gruppo controllo/placebo fino a quando non hanno ricevuto le 6 sessioni di Reiki effettivo un anno dopo le prime 6 sessioni di placebo. Tenendo conto dell’efficacia del Reiki e dei costi contenuti, la Dott.ssa Adina Goldman Shore suggerisce di combinare il Reiki con forme tradizionali di trattamento per la depressione psicologica ed incoraggia ulteriori studi per l’applicazione del Reiki su altri disturbi psicologici e e fisiologici.

Il Reiki viene impiegato all’interno di diversi ospedali d’Italia: il Regina Elena di Roma, il San Carlo Borromeo di Milano, il San Giovanni Battista di Torino, e tanti altri.

L’obiettivo del seminario è quello di formare i partecipanti sull’utilizzo dei Reiki e aiutarli nell’approccio e nella percezione delle energie sottili, predisponendo i canali energetici come da tradizione.

L’obiettivo del seminario è quello di formare i partecipanti sull’utilizzo dei Reiki e aiutarli nell’approccio e nella percezione delle energie sottili, predisponendo i canali energetici come da tradizione.

Esiste un’energia universale che permea la vita
e la materia tutta.
Questa energia viene canalizzata dagli operatori Reiki
e trasmessa a chi lo riceve attraverso le mani.
Iscriviti al Corso di Primo Livello Reiki che si terrà a Roma

Esiste un’energia universale che permea la vita e la materia tutta.
Questa energia viene canalizzata dagli operatori Reiki e trasmessa a chi lo riceve attraverso le mani.
Iscriviti al Corso di Primo Livello Reiki che si terrà a Roma.

Il Programma

Durante il corso di Reiki momenti teorici si alterneranno momenti pratici ed esperienziali.
Verranno trattati i seguenti temi:

– Cos’è il Reiki e quali sono le sue origini
– Le varie filosofie del reiki e le scuole
– I corpi energetici: varie prospettive
– L’importanza del Radicamento, della Centratura e dello Stato Meditativo
– La Respirazione
– Il ruolo dell’operatore
– Leggere l’aura e i campi energetici
– Le posizioni delle mani nel trattamento completo, in quello breve e nell’autotrattamento
– Energizzare gli ambienti
– Sviluppare la percezione ed il proprio sentire
– Introduzione pratica al primo livello reiki

reiki a Roma

Il Programma

Durante il corso di Reiki momenti teorici si alterneranno momenti pratici ed esperienziali.
Verranno trattati i seguenti temi:

– Cos’è il Reiki e quali sono le sue origini
– Le varie filosofie del reiki e le scuole
– I corpi energetici: varie prospettive
– L’importanza del Radicamento, della Centratura e dello Stato Meditativo
– La Respirazione
– Il ruolo dell’operatore
– Leggere l’aura e i campi energetici
– Le posizioni delle mani nel trattamento completo, in quello breve e nell’autotrattamento
– Energizzare gli ambienti
– Sviluppare la percezione ed il proprio sentire
– Introduzione pratica al primo livello reiki

reiki a Roma

Dove e quando?

Il Seminario di Primo Livello Reiki sistema Usui, si terrà a Roma, presso il Centro Culturale Mocobo, in Via Pellegrino Matteucci 98 ( zona Piramide), il 5 e 6 ottobre dalle 10.00 alle 18.00. 

Dove e quando?

Il Seminario di Primo Livello Reiki sistema Usui, si terrà a Roma, presso il Centro Culturale Mocobo, in Via Pellegrino Matteucci 98 ( zona Piramide), il 5 e 6 ottobre dalle 10.00 alle 18.00. 

Costi e Prenotazione:

Il costo dell’intero seminario è di 200 euro ( al termine del seminario viene rilasciato il diploma di Operatore Reiki di primo livello). Il corso è a numero chiuso e potranno iscriversi i primi 15 partecipanti che effettueranno regolare prenotazione compilando il form qui sotto oppure inviando una mail a info.nathivia@gmail.com, con versamento della caparra confirmatoria di 100 euro ( le coordinate verranno inviate con la mail di conferma). Per qualsiasi informazione puoi contattarci al 3272266737.

L’insegnante si riserva di confermare la partecipazione successivamente ad un colloquio telefonico.

Costi e Prenotazione:

Il costo dell’intero seminario è di 200 euro ( al termine del seminario viene rilasciato il diploma di Operatore Reiki di primo livello). Il corso è a numero chiuso e potranno iscriversi i primi 15 partecipanti che effettueranno regolare prenotazione compilando il form qui sotto oppure inviando una mail a info.nathivia@gmail.com, con versamento della caparra confirmatoria di 100 euro ( le coordinate verranno inviate con la mail di conferma). Per qualsiasi informazione puoi contattarci al 3272266737.

L’insegnante si riserva di confermare la partecipazione successivamente ad un colloquio telefonico.

Troisi Lucia

Master Reiki metodo Usui e cristalloterapeuta. Dopo la formazione Reiki, approfondisce tecniche come Mindufullness e Meditazione Trascendentale. Molto importante nel percorso è stato il suo viaggio in India, per confrontarsi con la spiritualità orientale: scegliendo le strade anziché l’esperienza dell’ashram, comprende l’importanza del sensibilizzare sulle tematiche dell’ecologia e dei diritti umani attraverso lo sviluppo dell’empatia.  E’ la fondatrice di Nathivia, un progetto che ha l’obiettivo di riavvicinare l’essere umano alla sua natura e a Madre Natura, attraverso corsi, conferenze e seminari. Si occupa da anni dell’organizzazione di gruppi di meditazione e ascolto interiore.

Troisi Lucia

Master Reiki metodo Usui e cristalloterapeuta. Dopo la formazione Reiki, approfondisce tecniche come Mindufullness e Meditazione Trascendentale. Molto importante nel percorso è stato il suo viaggio in India, per confrontarsi con la spiritualità orientale: scegliendo le strade anziché l’esperienza dell’ashram, comprende l’importanza del sensibilizzare sulle tematiche dell’ecologia e dei diritti umani attraverso lo sviluppo dell’empatia.  E’ la fondatrice di Nathivia, un progetto che ha l’obiettivo di riavvicinare l’essere umano alla sua natura e a Madre Natura, attraverso corsi, conferenze e seminari. Si occupa da anni dell’organizzazione di gruppi di meditazione e ascolto interiore.

Al termine del seminario verrà rilasciato il diploma

diploma Reiki Roma

Al termine del corso verrà rilasciato il diploma

diploma Reiki Roma

Iscriviti subito!

Scrivici a info.nathivia@gmail.com

oppure chiamaci al 3272266737

questo seminario si terrà presso il Centro Culturale Mocobo, in Via Pellegrino Matteucci 98, Roma ( zona Piramide)

Iscriviti subito!

Scrivici a info.nathivia@gmail.com

oppure chiamaci al 3272266737

Questo seminario si terrà presso il Centro Culturale Mocobo, in Via Pellegrino Matteucci 98, Roma ( zona Piramide)