Menu
Notizie

Deepak Chopra: l’effetto spirituale dell’epidemia

Deepak Chopra è uno scrittore e medico indiano, autore di molti libri ma è soprattutto noto per i suoi insegnamenti nell’ambito della meditazione.

Ricordo tempo fa di aver letto un suo libro che proprio oggi mi è capitato tra le mani ed ho ricominciato a sfogliarlo, il libro si chiama “Benessere Totale” dove l’autore offre la possibilità di costruirsi da soli un piano che va dalla dieta calibrata alla meditazione, dalle tecniche antistress agli esercizi per compensare gli squilibri interni.

“Devi trovare il posto dentro te stesso dove nulla è impossibile”.

Deepak Chopra

Il libro è molto valido secondo me, anche se ovviamente in questo periodo è veramente difficile mettere in pratica gran parte dei consigli che vi sono contenuti. Lui consiglia di trascorrere molto tempo all’aria aperta, fare meditazione insieme ad altre persone, tutte cose che il lockdown ci ha tolto. Quindi mi sono chiesto quali potrebbero essere le sue considerazioni ed i suoi consigli di crescita spirituale in questo periodo molto particolare, ho trovato questo suo articolo su CNBC e l’ho trovato molto interessante, così ho deciso di tradurlo e riproporlo ai lettori di Nathivia.

Deepak Chopra:

“Ci sono tre livelli di risposta all’epidemia di COVID-19 : come ci colpisce fisicamente, mentalmente e spiritualmente. La risposta fisica è arrivata prima, e ormai tutti conoscono l’autoisolamento, l’allontanamento sociale e il test. Il secondo effetto, sulla nostra psiche, viene sperimentato personalmente ma solo con risposte e consigli irregolari. Il miglior consiglio nell’area mentale è la meditazione e lo yoga, le tecniche di rilassamento e prestare attenzione ogni giorno a trovare non solo relax ma gioia e conforto nella tua vita.


Il virus rende più urgente la necessità di una risposta psicologica positiva e la buona notizia è che la meditazione e lo yoga sono molto efficaci e creano una forte risposta immunitaria.

Ma è la terza area, l’effetto spirituale dell’epidemia, che viene trascurata, anche se la presenza della morte, che lo vogliamo o no, suscita preoccupazione per lo stato delle nostre anime. Il benessere spirituale è estraneo alla vita quotidiana di molte persone e, con il declino della religione organizzata, milioni di persone sperimentano un’anima malata, comunque tu voglia definirla – stanchezza del cuore, paura esistenziale, una sensazione di depressione senza trovare una via d’uscita.

Non spendere più di pochi minuti per diagnosticare questi sentimenti; tutti li stanno vivendo. Non è necessario entrare in speculazioni metafisiche su cosa sia la vita. Invece, puoi migliorare lo stato della tua anima nei seguenti modi:

  • Avere uno scopo .
  • Amare ed essere amati.
  • Autostima, senso del proprio valore.
  • Attingere alla pace interiore e alla gioia.
  • Essere al servizio degli altri.
  • Generosità di spirito

La tua anima è la parte più intima di te e non si trova scappando. Scrivi come puoi compiere un atto di gentilezza oggi, mostrare apprezzamento a qualcuno, offrire aiuto a chi è nel bisogno o portare conforto a qualcuno che si sente solo e ansioso: i semplici gesti umani che tendiamo a trascurare. In un momento di crisi, l’impulso è quello di entrare in modalità di emergenza, paura, preoccupazione e panico. Cedere a quegli impulsi genererà un’epidemia di malattia dell’anima.

In particolare desidero sottolineare la questione della ricerca della pace interiore e della gioia, che può sembrare una possibilità remota solo ora e nei prossimi mesi. Nelle tradizioni della saggezza del mondo, è stato insegnato in ogni cultura che la pace interiore e la gioia sono disponibili solo guardando all’interno. L’Antico Testamento dice: “Sii calmo e sappi che io sono Dio”. Il Nuovo Testamento dice che il Regno dei Cieli è dentro. La tradizione vedica indiana dice che Ananda, o beatitudine, si trova al centro della creazione.

Le verità universali non contano finché non sono vere per te personalmente. Il segreto impartito dalle tradizioni della saggezza del mondo è che il tuo senso di sé, la semplice esperienza di “Io sono”, è la porta verso la pace interiore e la gioia. La meditazione non è altro che stare da soli in silenzio con te stesso e lasciare che la tua consapevolezza vada nel luogo dove la pace e la gioia sono eterne. È così che metti alla prova una verità eterna e la rendi vera per te.

Non importa molto che tipo di meditazione fai; usare un semplice mantra come “So hum” è efficace, ma puoi trovare istruzioni di meditazione ovunque online. Il punto è che tra tutti i modi per trovare la realizzazione spirituale, questo è il più duraturo, il più soddisfacente e il più significativo.

About Author

Spiritualità, Meditazione, Natura.

No Comments

    Leave a Reply