Menu
Uncategorized

Perchè il complottismo non ti fa evolvere

Sono sempre stato molto interessato alle materie olistiche, alla spiritualità, alla psicologia alternativa e quindi come molti sono iscritto a diverse pagine che trattano questi temi ed ho anche molte persone intorno a me che “appartengono” a questo mondo, in fondo come me.

Quello che mi ha davvero stravolto, dall’inizio della pandemia, è vedere l’espolosione di post e di dichiarazioni complottiste su queste pagine. Non voglio entrare nel merito della questione, non so se davvero questo vaccino ci uccidera e non so nemmeno se tutta questa storia è la punta dell iceberg di un piano segreto che serve a sterminarci. Non ho certezze su questo e come su molte altre cose, ma quello che so è che gettare la responsabilità di quello che accade su un fantomatico Ordine che decide le sorti del pianeta è quanto di meno olistico si possa dire. E’ vero, l’informazione in Italia è sempre schierata ed è molto difficile carpire quale sia la verità immezzo a tutte queste ma una delle lezioni più belle che ho cercato di fare mia è quella descritta in questa frase di Eckhart Tolle : “I conflitti nel mondo sono lo specchio dei nostri conflitti interni irrisolti”.

Lo so, questa è una frase che fa incazzare e non poco chi dice “ma come, vivo all’interno di Matrix dove un manipolo di potenti comanda su tutto e devo anche prendermi la responsabilità di quersto?”. La mia risposta è semplicemente “SI”. I grandi maestri e i meravigliosi testi che ci hanno lasciato ci indicano questa strada. Il primo passo che quasi tutti ci indicano è quello di cambiare tutto ciò che è in nostro potere cambiare e acquisire la forza di accettare tutto quello su cui purtroppo non abbiamo potere. Questo è secondo me il vero primo passo per cambiare il mondo, credo fermamente che se ognuno facesse qualcosa per guardarsi dentro e trovare li le cose che non lo fanno stare in pace tutti noi ne avremmo un grande beneficio. L’odio che riversiamo sui social, i nostri giudizi, le paure che condividiamo non risolvono alcun problema, servono soltanto a distrarci per non guardare ciò che davvero ci fa stare male. 5

In questo momento, mentre gran parte dell’umanità prova paura, odio, risentimento esistono esseri che sono in piena pace con se stessi. Persone, normali che attraverso un processo interiore hanno affrontato la vera sfida olistica, quella di “conoscere se stessi”. Ammesso che esista un potere superiore che controlla la finanza, i vaccini, la forza lavoro questa non avrebbe nessun potere sulla vita interiore di queste persone. La visione olistica della vita è qualcosa di personale, è un percorso interiore e difficilmente si sposa con i conflitti che si generano su questi gruppi. La vera domande che dovremmo farci forse sono più profonde: “cosa posso fare io per cambiare questa situazione?” Quando scrivo un post su Fb quale padrone sto servendo…la paura o l’amore?. Poi si può anche scegliere di non seguire questa strada, informarsi in modo disordinato su siti meno attendibili dei gia poco attendibili siti ufficiali e fomentare masse contro un nemico, ma quello che mi chiedo è se è questo che farebbe un grande maestro. Si tratta di fare una scelta, probabilmente la scelta più importante, quella di scegliere quale padrone servire.

No Comments

    Leave a Reply